Sentenze sulle discriminazioni

Archivio Sentenze

Sono presenti nell’archivio dell’osservatorio sentenze sulle discriminazioni di primo grado, di appello e cassazione.
Riempi il campo “ricerca” posizionato a destra con testo libero, per cercare una particolare sentenza o sentenze che trattano uno specifico argomento, .

Se possiedi una sentenza di discriminazione e vuoi contribuire ad arricchire l’archivio che l’osservatorio offre pubblicamente, scrivici alla sezione contatti. I dati personali delle parti sono oscurati da omissis.

 

Decurtazione del premio produttività per aver usufruito del congedo paternità, discriminazione, Tribunale di Asti, sentenza del 7 dicembre 2020

TRIBUNALE ORDINARIO di ASTI Il giudice del Lavoro, dott.ssa Elisabetta Antoci, ha pronunciato il seguente decreto ex art. 38 d. lgs. 198/2006 nel procedimento iscritto al n. r.g. 536/2020 promosso da: G S (C.F.) con il patrocinio dell’avv. PADOVANI MASSIMO ricorrente contro S K I S.P.A. (C.F. .....................) con il patrocinio dell’avv. MONCALVO FABRIZIO ARMANDO e dell’avv. GORIA CAMILLO resistente Con ricorso ex art. 38 d. lgs. 198/2006 G S ...
Leggi
algoritmo frank discriminatorio

Sistema di profilazione dei rider, natura discriminatoria, Tribunale di Bologna, ordinanza del 31 dicembre 2020

TRIBUNALE ORDINARIO di BOLOGNA Sezione Lavoro Nella causa iscritta al n. r.g. 2949/2019 promossa da: FILCAMS CGIL BOLOGNA NIDIL CGIL BOLOGNA FILT CGIL BOLOGNA RICORRENTI contro D I SRL RESISTENTE Il Giudice dott. Chiara Zompì, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 27.11.2020; ha pronunciato la seguente ORDINANZA Con ricorso proposto, in data 16.12.2019, ai sensi dell'art. 5, 2° co D. Lgs. 9 luglio 2003 n. 216, la Federazione Italiana ...
Leggi
Discriminazione razziale, aggravante della finalità di discriminazione od odio razziale, Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza 18 novembre 2020 – 7 gennaio 2021, n. 307

Discriminazione razziale, aggravante della finalità di discriminazione od odio razziale, Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza 18 novembre 2020 – 7 gennaio 2021, n. 307

Ritenuto in fatto Con sentenza dell'11 luglio 2019, la Corte di appello di Palermo confermava la sentenza del Gup del Tribunale di Termini Imerese che aveva ritenuto Gi. D’Am. colpevole del delitto di lesioni personali aggravate dalla finalità di discriminazione od odio razziale, ai sensi degli artt. 582, 585 e 604 ter cod. pen., per avere provocato a Fr. Om., colpendolo con un crick, una ferita sul volto giudicata guaribile ...
Leggi
Dichiarazioni che escludono l'assunzione di omosessuali rientrano nelle condizioni di accesso all'occupazione e lavoro di cui all'art 3 direttiva 2000/78

Condizioni di accesso all’occupazione e al lavoro, Discriminazione orientamento sessuale, Corte di cassazione Sezione I civile Ordinanza 15 dicembre 2020

FATTI DI CAUSA Con ricorso ai sensi degli artt. 28 d.lgs. 150/2011 e 702-bisc.p.c. dinanzi al Tribunale di Bergamo, in funzione di giudice del lavoro, l'Associazione Avvocatura per i diritti LGBTI (lesbian-gay-bisexual-transgender-intersexual)-Rete Lenford (di seguito: Associazione o Rete Lenford) ha convenuto l'Avv. C T, al fine di ottenere l'accertamento del carattere discriminatorio delle dichiarazioni da lui rese nel corso di un'intervista radiofonica, consistite nell'avere egli affermato di non volere assumere ...
Leggi

Automatica ammissione al gratuito patrocinio per i reati violenza sessuale, sentenza Corte Costituzionale numero 1 dell’11 gennaio 2021

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: Presidente: Giancarlo CORAGGIO; Giudici : Giuliano AMATO, Silvana SCIARRA, Daria de PRETIS, Nicolò ZANON, Franco MODUGNO, Augusto Antonio BARBERA, Giulio PROSPERETTI, Giovanni AMOROSO, Francesco VIGANÒ, Luca ANTONINI, Stefano PETITTI, Angelo BUSCEMA, Emanuela NAVARRETTA, ha pronunciato la seguente SENTENZA Nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 76, comma 4-ter, del d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115, recante «Testo unico ...
Leggi

limite di altezza previsto da un bando di concorso, discriminazione, Tar Lazio, sentenza del 1 marzo 2017

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Bis) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc. amm.; sul ricorso numero di registro generale 84 del 2017, proposto da: Lara Massimi, rappresentata e difesa dall’avv. Gabriele Bordoni, con domicilio eletto presso il suo studio in ………, via ……………..; contro Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico ...
Leggi
scelta dell'ora di religione a scuola

Libertà nelle convinzioni personali, e libertà di religione , TAR LAZIO, sentenza del 25 settembre 2020

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 2020 del 2013, proposto da Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - UAAR, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dagli avvocati ...
Leggi
Requisito di statura identico tra uomo e donna, Discriminazione indiretta di genere, Cassazione civile, sez. lavoro, sentenza 04/02/2019 n° 3196

Identità di statura tra uomo e donna, requisito selezione, Discriminazione indiretta di genere, Cassazione civile, sez. lavoro, sentenza 04/02/2019 n° 3196

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE LAVORO Sentenza 11 dicembre 2018 - 4 febbraio 2019, n. 3196 Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. DI CERBO Vincenzo - Presidente – Dott. PATTI Adriano Piergiovanni - rel. Consigliere – Dott. PONTERIO Carla - Consigliere – Dott. CINQUE Guglielmo - Consigliere – Dott. AMENDOLA Fabrizio - Consigliere – ha pronunciato la seguente: SENTENZA sul ricorso 29926/2014 proposto da: …………S.P.A., C.F. (OMISSIS), in persona del ...
Leggi
E' discriminatorio non assumere una donna per la sua statura

Identità di statura tra uomo e donna, Discriminazione indiretta di genere, Cassazione civile, sez. lavoro, Sentenza 14 dicembre 2017, n. 30083

Fatti di causa Con sentenza del 14 aprile 2011, la Corte d’Appello di Roma, confermava la decisione resa dal Tribunale di Roma in sede di opposizione al decreto emesso dallo stesso Tribunale ex art. 38 d.lgs. n. 198/2006 e rigettava la domanda proposta da L.P. nei confronti di T. S.p.A., avente ad oggetto la rivalutazione dell’idoneità fisica all’assunzione nella posizione di Capo servizio treno, per la quale la Società aveva ...
Leggi

Indennità di maternità, discriminazione di genere, Corte Di Cassazione – Ordinanza 29 settembre 2020, n. 20673

Fatti di causa con ricorso proposto dinanzi al Tribunale di Pistoia secondo il rito sommario contro le discriminazioni di genere ex artt. 36 e 38 del d.lgs. n. 198 del 2006, la signora P.T. e la Consigliera di parità della provincia di Pistoia convenivano in giudizio l’IPSEMA al fine di sentire accertare l’illegittimità e la natura discriminatoria del comportamento dell’istituto previdenziale in relazione ai criteri adottati per la liquidazione dell’indennità ...
Leggi
Loading...